PromoNuovo

TriKrill – Olio di Krill

Olio di krill antartico, ricco di omega 3, colina e antiossidanti come la Vitamina A, la Vitamina E, la fosfatidilcolina e  l’astaxantina.

Da: 26,9922,94

Svuota

Olio di krill antartico, una meraviglia per gli occhi e la salute in generale

Trikrill è un integratore alimentare a base di olio di krill antartico ricco di Omega 3, colina, preziosi antiossidanti, fosfatidilcolina e astaxantina. 

 

Che cos’è l’olio di krill?

L’olio di Krill, letteralmente noto come “cibo balena”, è una sostanza oleosa ricavata da piccoli invertebrati marini, simili a gamberetti, che si muovono come meravigliose scie rosse nelle profondità delle acque fredde dell’Antartide. Rappresenta una fonte preziosa di nutrienti essenziali ed è costituito da plancton, un’associazione tra zooplancton, fitoplanton, altri microrganismi (alghe unicellulari, protozoi), larve e organismi complessi.

Il suo valore aggiunto è custodito nell’elevato tenore di sostanze benefiche per l’organismo e nei bassi livelli di inquinanti; non si può, infine, trascurarne la disponibilità quasi illimitata derivante dalla velocità di moltiplicazione dello stesso Krill. Il numero di crostacei impiegati per la realizzazione degli integratori alimentari si riflette inoltre, solo in minima parte, sull’equilibrio ecologico dell’Antardite perché annualmente viene cattirato solo lo 0.03% della popolazione stimata di Krill.

 

Che cosa contiene l’olio di krill?

  • L’olio di krill è principalmente costituito dai seguenti elementi.

    • Acidi grassi essenziali: Omega 3 (Acido Eicosapentaeonico-ESA, Acido Docosaesaenoico-DHA), Omega 6 e Omega 9. Aiutano a regolarizzare i livelli di trigliceridi nel sangue e combattere diverse affezioni (artrite reumatoide, depressione, forme di demenza, disturbi dell’attenzione).
    • Colina: molecola sintetizzata dal fegato che prende parte, come coenzima, a numerose reazioni metaboliche; possiede proprietà antinfiammatorie, epatoprotettive e aiuta a regolare i livelli di colesterolo nel sangue.
    • Vitamina A (o retinolo): elemento liposolubile utile a prevenire disturbi della vista, favorire la crescita ossea, avere una pelle sana e proteggere cuore e polmoni.
    • Vitamina E (o tocoferolo): elemento dalle spiccate proprietà antiossidanti che contrasta l’azione nociva dei radicali liberi e favorisce il rinnovamento cellulare. Aiuta a prevenire alcune neoplasie e protegge l’organismo dai danni derivanti da inquinamento e fumo di sigaretta.
    • Fosfatidilcolina: fosfolipide formato da acidi grssi, glicerolo e colina; è un componente essenziale della membrana plasmatica e concorre a regolarne permeabilità e fluidità.
    • Astaxantina: carotenoide dal potere antiossidante in grado di proteggere le cellule dallo stress ossidativo; rafforza, inoltre, il sistema immunitario.

 

EPA e DHA

L’EPA e il DHA sono due acidi grassi essenziali polinsaturi: non vengono sintetizzati dall’organismo, ma sono indispensabili perché garantiscono l’espletamento di numerose funzioni biologiche. Data la loro natura, risulta essenziale il contributo fornito da dieta e integratori specifici.

Secondo quanto stabilito dall’EFSA (Autorità Europea per la Sicurezza Alimentare), EPA e DHA concorrono a:

  • regolarizzare la pressione sanguigna;
  • normalizzare i livelli ematici dei trigliceridi;
  • garantire il buon funzionamento del cuore;
  • ridurre l’infiammazione;
  • modulare la risposta immunitaria;
  • sostenere lo sviluppo e il funzionamento del cervello;
  • prevenire possibili disturbi della vista.

EPA e DHA sono contenuti in pesce, olio di fegato di merluzzo, molluschi, crostacei, olio di krill e alcune tipologie di alghe marine coltivate.

 

Le principali proprietà dell’olio di krill

L’olio di krill possiede diverse interessanti proprietà benefiche.

  • Protegge il cuore e i vasi sanguigni: il contenuto in Omega 3 aiuta a sostenere il muscolo cardiaco e preservarne le funzionalità regolarizzando la pressione arteriosa e i livelli di trigliceridi nel sangue; favorisce, inoltre, un aumento della concentrazione di colesterolo buono (o HDL).
  • Lenisce i dolori articolari: aiuta a contrastare le infiammazioni ed è un valido alleato nella lotta ai dolori muscolari spesso riconducibili a un eccesso di tossine che infiammano i tessuti.
  • Migliora la salute degli occhi: dona sollievo agli occhi secchi, stanchi e arrossati e la sua assunzione è particolarmente indicata quando si trascorrono diverse ore davanti allo schermo del computer. La colina concorre, inoltre, a mantenere in salute le strutture dell’occhio riducendo così il rischio d’insorgenza di affezioni degenerative quali la maculopatia.
  • Aiuta a ridurre i sintomi della sindrome premestruale: la sua azione antinfiammatoria contribuisce a lenire la caratteristica e dolorosa sintomatologia premestruale; assunto durante la menopausa, riduce l’intensità delle vampate di calore. 
  • Sostiene le ossa: rafforza e protegge lo scheletro dai potenziali danni dell’osteoporosi; favorisce un aumento della densità ossea incentivando la produzione di osteoblasti (cellule coinvolte nel processo di formazione del tessuto osseo).
  • Supporta le funzioni cerebrali: protegge il cervello dai danni dell’invecchiamento precoce; migliora le capacità mnemoniche, favorisce i processi di apprendimento, riduce i sintomi dell’ansia e aiuta a stabilizzare l’umore.
  • Migliora la pelle: riduce arrossamenti e secchezza dell’epidermide in virtù del contenuto in antiossidanti. Aiuta a proteggere la pelle dai possibili danni dei raggi UV, contrasta la formazione di rughe e rafforza unghie e capelli.  
  • Aiuta gli sportivi: riduce il rischio di lesioni neuro-muscolari e migliora i tempi di recupero.
  • Favorisce la guarigione di infezioni e ferite: gli Omega 3 rafforzano il sistema immunitario migliorando le difese dell’organismo.

 

Quando è bene assumere l’olio di krill?

L’olio di krill può essere assunto, sotto forma di integratori, nel caso in cui la dieta non ne garantisca il giusto apporto; la supplementazione è inoltre indicata in situazioni che ne aumentano il fabbisogno o ne riducono la disponibilità. L’olio di krill può essere dunque utile in gravidanza, allattamento, terza età, terapie cortisoniche, instabilità emotiva, infiammazioni sistemiche, dolori articolari e mestruali e, più in generale, quando se ne avverte una carenza.

Tabella nutrizionale dell’olio di krill antartico

Contenuti medi per dose giornaliera: 2 perle
*NRV: valori nutritivi di riferimento
Estratto di Krill da cui:
1108 mg
  EPA
177 mg
  DHA
82,6 mg
Fosfolipidi totali di cui:
660,8 mg
  Fosfatidilcolina
566,4 mg
Colina
82,6 mg
Omega 3 totali
318,6 mg
Astaxantina
118 mcg

Ingredienti: Estratto lipidico da crostaceo Krill antartico (Euphausia superba), gelatina animale (bovina), agenti di resistenza: sciroppo di sorbitolo e glicerolo; acqua, aroma vaniglia.

Dosi e modalità d’uso: salvo diversa indicazione medica, si consiglia di assumere 2 capsule al giorno, con mezzo bicchiere di acqua, durante i pasti principali.

Formato

120 Perle, 60 Perle