Come depurare l'organismo dalle tossine

Come depurare l’organismo dalle tossine

Spesso sentiamo parlare di quanto sia importante mantenere il nostro corpo pulito da tossine e scorie. Anche la pubblicità di alcune famose acque minerali fanno leva su questo aspetto. Ma cos’è che intossica il nostro corpo esattamente? E in che modo succede questo? E soprattutto, cosa possiamo fare per impedire questa intossicazione e per eliminare queste sostanze dannose? In questo articolo scopriremo che esistono anche degli integratori alimentari appositi che possono aiutarci in questo.

Sebbene sia piuttosto scoraggiante, sono davvero tanti i fattori a cui siamo sottoposti quotidianamente che introducono sostanze nocive nel nostro organismo. In primis l’ambiente esterno. L’inquinamento atmosferico è qualcosa da cui la maggior parte di noi ben difficilmente può sfuggire. Polveri sottili, ma non solo. Gas nocivi come il monossido di carbonio, che tende a legarsi indissolubilmente all’emoglobina, riducendone drasticamente la capacità di trasporto dell’ossigeno ai tessuti. Un altro mezzo attraverso il quale ci intossichiamo facilmente è l’alimentazione. Un’alimentazione poco equilibrata comporta l’assunzione eccessiva di zucchero bianco raffinato, caffeina, grassi saturi. Anche un consumo eccessivo di carni rosse e derivati (come gli insaccati) possono aumentare i livelli di acido urico, e introdurre nel circolo sanguigno ormoni e acidi grassi. Le donne devono prestare particolare attenzione al proprio trucco. Molti cosmetici, anche di marche famose, contengono sostanze che, usate con regolarità, tendono ad accumularsi nei tessuti e ad apportare una serie di danni alla cute, tra cui una sensibilizzazione nei confronti di determinati principi attivi. Sempre parlando di principi attivi e sostanze chimiche sintetiche, non dimentichiamoci dei farmaci. Da un semplice analgesico fino a chi deve seguire terapie farmacologiche più complesse, tutti i farmaci comportano l’accumulo dei principi attivi nei tessuti, e il loro smaltimento grava su fegato e reni, impiegando periodi di tempo piuttosto lunghi.

Accorgersi che si è in qualche modo intossicati è piuttosto semplice. Innanzitutto lo vediamo dal nostro aspetto. La pelle perde lucidità ed elasticità. Si possono accusare spossatezza, spesso accompagnata da mal di testa. Diventa difficile concentrarsi, e si è sottoposti a cambi repentini dell’umore. Nelle donne in età fertile si possono riscontrare delle irregolarità nel ciclo, e in generale si registrano frequenti cambiamenti di peso. Certi farmaci possono causare sfoghi cutanei o vere e proprie reazioni allergiche, talvolta persino accentuare proprio quei sintomi per cui li stavamo assumendo. Può capitare di accusare nausea e inappetenza, o nel caso opposto una sorta di “sindrome d’astinenza”, quando si sospende l’assunzione di sostanze come lo zucchero la caffeina e la nicotina. Su quanto il fumo sia dannoso è superfluo aggiungere altro.

Per fortuna riuscire ad evitare tutto questo è possibile, e con pazienza e disciplina si possono anche prevenire nuove intossicazioni. Ovviamente uno stile di vita corretto e salutare sta alla base di tutto: evitare il fumo, un consumo eccessivo di caffeina e zuccheri raffinati, ridurre il consumo di carne, fare attività fisica regolare ed evitare gli stress. E gli effetti benefici di una buona alimentazione e un di un corretto stile di vita possono essere potenziati dall’assunzione di integratori alimentari naturali ad azione specifica. Il fatto che siano di origine naturale evita l’accumulo di agenti chimici dannosi e di eccipienti inutili all’organismo. Spesso vengono usati gli estratti di erbe dall’azione medicinale. La concentrazione dei loro principi attivi naturali permette un incremento esponenziale del loro effetto benefico. Il carciofo contribuisce alla riduzione della colesterolemia e alla produzione di sali biliari. E’ un antiossidante naturale e favorisce il mantenimento dei tessuti. La lespedeza è una pianta ricca in flavonoidi, e contribuisce alla riduzione della ritenzione idrica. L’angelica ha un’azione antispasmodica e digestiva, aiutando quindi il lavoro dell’intestino. Il tarassaco ha una funzione polivalente, grazie alle alte concentrazioni di steroidi, vitamine B1 e B2, flavonoidi e vitamine C ed E. Infine la china e il rabarbaro hanno una potente azione depurativa per l’apparato digerente.

Lascia il tuo commento