Via il gonfiore addominale in 5 mosse!

Gonfiore addominale? Molte delle persone che vogliono dimagrire si lamentano, più che del peso corporeo, di un fastidioso gonfiore addominale, che oltre ad essere sgradevole esteticamente, viene avvertito come fastidioso senso di pesantezza.

Le cause possono essere varie, e si possono raggruppare in due grandi gruppi: da una parte ci sono quelle cause che hanno a che fare con un disturbo fisico: meteorismo, stitichezza, digestione difficile o acidità.
Dall’altra possiamo evidenziare problematiche a carico più del livello psico-emotivo: ansia, stress, ma anche incapacità di contattare un livello emotivo più profondo, possono causare stasi energetiche che si manifestano con gonfiori più o meno accentuati.
I casi sono tanti; ogni organismo è un universo unico e irripetibile, ed é difficile offrire una soluzione per tutti i mali.
L’approccio personale e personalizzato è importantissimo, ma possiamo dare preziosi consigli che possono aiutare un po’ tutti e che possono rappresentare un primo passo verso la soluzione di un così fastidioso disturbo.
1. Tanto per cominciare, visto che ciò che mangiamo dovrebbe essere la nostra prima medicina, occorre limitare, se non eliminare del tutto, tutti i cibi raffinati quali: farine, zucchero e tutti quei prodotti dell’industria alimentare (biscotti, merendine, cibi pronti, bevande gassate di vario genere). Via libera invece a cereali integrali, estratti di succhi e verdura, semi oleosi e grandi quantità di acqua. Prova la panela, lo zucchero integrale per eccellenza, per dolcificare tè, caffè o tisane.
2. A settembre più che mai è il momento di occuparsi della depurazione di fegato e reni, visto
che il corpo, alleggerito dalle scorie estive, riesce ad affrontare meglio stress e attacchi virali quando la stagione più fredda si avvicina. Una fialetta di Depuvis al giorno può aiutare a risolvere quei ristagni nei sistemi di depurazione che sono alla base spesso di un eccessivo gonfiore addominale.
3. Introduciamo una bella abitudine: bere tisane, specialmente a fine pasto. In particolare, una
buonissima tisana di cumino e finocchio aiuta a eliminare i gas intestinali. Basta far bollire 1 cucchiaino dei loro semi per 5 minuti in una tazza d’acqua, e berla dopo i pasti principali.
Anche la digestione ne trarrà giovamento.
4. Alcanizzarsi il più possibile per aiutare il buon funzionamento delle funzioni intestinali, epatiche
e renali. Assumere Alcavis o AlcavisD3 mattina e sera, costituisce una delle più preziose abitudini affinché metabolismo e sistemi drenanti tornino ad essere attivi e funzionali, a favore di una pancia più sgonfia.
5. Visto che, come abbiamo accennato, la componente psicosomatica spesso prevale in questo tipo di disturbi, iniziamo a occuparci di uno dei fondamenti della buona salute: la respirazione. Un respiro bloccato molto spesso provoca stitichezza, tensioni addominali, ristagni energetici che nutrono le sensazioni di gonfiore addominale. Ecco un semplice esercizio: sdraiati, o seduti con la schiena dritta, posiamo una mano sotto l’ombelico e una sul torace. Inspirando con il naso, facciamo in modo che si sollevi dolcemente prima la mano posta sulla parte bassa e poi quella sulla parte alta. Espirando, sempre con il naso, sgonfiamo entrambe le zone lentamente e profondamente.

La respirazione così avrà modo di essere un vero e proprio massaggio interno per stimolare la buona funzionalità di tutti gli organi, oltre a stimolare il Sistema Nervoso Parasimpatico che promuove rilassamento e quiete.

6 commenti su “Via il gonfiore addominale in 5 mosse!

    1. Sarebbe meglio assumere pane composto da farine biologiche e non raffinate realizzato con lievito madre; il pane che troviamo nei supermercati è più commerciale, questo a causa delle farine utilizzate può provocare gonfiore addominale.

Lascia il tuo commento